Torna alle Informazioni

Comunicato n. 5

È arrivato il momento di lavorare sul programma. I capitolari riuniti ad Ariccia sono stati invitati a individuare un obiettivo prioritario per la Provincia Italia, con le relative strategie per ogni area di criticità riscontrata.

Il materiale e le analisi non mancano. Accanto alle relazioni tenute nei giorni di apertura del XX Capitolo da don Primo Gironi, fratel Guido Dotti, padre Massimo Fusarelli e monsignor Domenico Pompili, ci sono i documenti ufficiali relativi al X Capitolo generale, quelli del XIX Capitolo provinciale, la Lettera del Superiore generale ai fratelli della Provincia Italia, e le Linee editoriali approvate dal Governo generale nel 2018. Ma ci sono anche le relazioni del Superiore provinciale, dei superiori locali, dei delegati degli istituti aggregati e dei responsabili dei vari settori (apostolato, economato, pastorale vocazionale), come pure una sintesi dei contributi arrivati da 8 comunità oltre che da singoli confratelli.

Ed è con la lettura di questi contributi che si è aperta la quinta giornata capitolare, laddove si rilevano stati d’animo personali che vanno dalla rassegnazione alla marginalizzazione fino ai cosiddetti “furbetti del cartellino” nella vita spirituale come in quella apostolica; o al mancato discernimento comunitario.

Dalle comunità sono arrivate tante proposte sul tema dell’invecchiamento che richiede specifica formazione a saper invecchiare, a garantire cure, ad avviare con gli anziani l’esercizio della trasmissione del carisma (traditio).

Sul tema della paolinità, che richiede formazione continua per non far sbiadire le figure di Sacerdote e Discepolo, un Coordinatore a tempo pieno della pastorale vocazionale oltre che materiale nuovo per l’animazione, di trovare vie nuove nel digitale, di preparare i collaboratori, di sostenere l’impronta paolina di librerie e centri culturali, oltre che progettare lo studio in funzione apostolica.

Sul tema della sinodalità, che esige la creazione di un clima meno burocratico e più fraterno nelle comunità come nell’apostolato, con la figura del superiore locale e del direttore dell’apostolato che devono farsi promotori di informazione, animazione, progettualità di comunione.

Poiché i problemi così come le idee sono tanti, non ci resta che lavorare sodo, ma soprattutto invocare lo Spirito perché Lui e noi possiamo decidere che… Ma questo sarà materia dei prossimi comunicati.

Tutte le informazioni e i documenti del Capitolo possono essere consultati sul sito della Provincia al seguente indirizzo: www.paolinitalia.it/capitolo

Ariccia, 25 giugno 2019

Scarica Comunicato n. 5