19° Capitolo Provinciale della Società San Paolo

Gesù Maestro
logo capitolo

Informazione n° 7

La giornata del 16 giugno inizia per noi alle 7,30 con la liturgia delle Lodi e la celebrazione eucaristica presieduta da don Agatino Gugliara, Superiore delegato della Comunità di Catania.

Alle ore 9 ci ritroviamo in aula e don Mario Conti apre l’Assemblea esprimendo, a nome di tutti, gli auguri di buon compleanno all’infaticabile Segretario don Carlo Cibien. Avvia quindi la sessione odierna con una intensa preghiera di sant’Agostino, che si ripromette di ricercare Dio di continuo. Viene letto, integrato e approvato il testo del verbale e dell’informazione sulle assemblee di ieri.

Don Cibien insiste anche stamattina sulle modalità della revisione testuale di quello che sarà il Documento finale del Capitolo e quindi si continuerà a rivederne, completarne e votarne obiettivo, linea operativa generale, priorità e linee operative particolari. Si tratta di un meticoloso lavoro esteso all’intera mattinata.

In pomeriggio, come già previsto dal programma, si è impegnati nell’importante compito di eleggere i Consiglieri provinciali. In un messaggio letto in aula dal Provinciale, il Superiore Generale (oggi assente per incontrarsi con le Superiore Generali della FP) ci comunica che Consiglieri si caratterizzino nel “governare con amore, in comunione e con audacia!”, affrontando i problemi “con fede, serenità e speranza”; siano “semplici, umili e aperti al dialogo”, “al lavoro di équipe” impegnandosi per l’unità, “pur riconoscendo la diversità delle idee e del modo di essere dei confratelli”; “siano disposti a mettere in pratica il progetto preparato dal Capitolo provinciale”.

Il Provinciale ribadisce le indicazioni del Superiore Generale e rimarca “la fase di discernimento” cui siamo giunti, aprendo alla nostra attenzione il brano di 1Pietro 5,1-11, che è un’animata esortazione ai responsabili delle comunità cristiane a sorvegliarle “come piace a Dio”; a rivestirsi “tutti di umiltà gli uni verso gli altri”; a farsi ristabilire, confermare, rafforzare dal “Dio di ogni grazia”.

Questa pericope suggerisce al Provinciale alcune puntualizzazioni per i Consiglieri da eleggere: agire con passione, cercando sempre e solo la volontà di Dio; farsi strumenti per l’annuncio del Vangelo ed esempi di vita paolina: refrattari al potere, al prestigio, all’applauso; essere testimoni gioiosi di Dio: credibili, coerenti, capaci di attenzione e di ascolto continuo; rendersi ministri di fraternità e di comunione: disponibili a camminare e a lavorare insieme.

Si prega in canto il Veni Creator Spiritus.

Su sei Consiglieri da votare, oggi ne sono eletti quattro: don Carlo Cibien, don Antonio Rizzolo, don Alessandro Castegnaro, fratel Vincenzo Filannino.

Chiudiamo la sessione mezz’ora in anticipo e ci raduniamo in chiesa alle 18,30 per l’adorazione eucaristica e i Vespri rendendo grazie al nostro divino Maestro.

Ariccia, 16 giugno 2015

Don Angelo De Simone


Scarica il pdf: Informazione n° 7.

inserito: 17 giugno 2015 alle 15:16