19° Capitolo Provinciale della Società San Paolo

Gesù Maestro
logo capitolo

Informazione n° 6

Oggi, lunedì 15 giugno, ore 7,30, prima del canto delle Lodi il Superiore della Comunità di Vicenza don Gabriele Maffina, che le ha presiedute, ha espresso cordiali auguri a nome di tutti a don Vito Di Luca e a don Vito Spagnolo per il loro onomastico invitandoci a ricordarli nella preghiera, come pure le Figlie di San Paolo nel Centenario di Fondazione della loro congregazione. Riferendosi a questo evento don Maffina ha ripreso il rendimento di grazie da parte della Venerabile Maestra Tecla, riportato nell’Agenda paolina di oggi: “Al Signore un Deo gratias cordiale per tutta la Congregazione”.

Alle ore 9 in aula si inizia con la Preghiera per il Capitolo; è quindi letto, integrato e approvato il testo del verbale e poi della quinta informazione sui lavori capitolari di ieri.

Il Segretario, don Carlo Cibien, informa sull’ordine del giorno e fa distribuire un foglio con la redazione dell’obiettivo, delle priorità e delle linee operative già approvate nei giorni scorsi. Un apposito gruppo ne preparerà in mattinata la redazione in modo uniforme, il cui testo nelle assemblee di domani sarà ulteriormente integrato in forma definitiva, in maniera tale da essere poi approvato quale Documento finale del Capitolo.

Gli altri capitolari lavoreranno ciascuno sul medesimo testo, anche in vista della imminente elezione dei Consiglieri del Governo Provinciale, al quale poi affidare l’attuazione del Documento finale del Capitolo.

In pomeriggio ci siamo immersi in quella straordinaria atmosfera delle origini, partecipando alla festa delle Figlie di San Paolo. Abbiamo concelebrato alle ore 18 nel Santuario “Maria Regina degli Apostoli” unitamente a molti altri sacerdoti paolini la santa messa presieduta dal cardinale Joâo Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione di Vita Consacrata e delle Società di Vita Apostolica. Nell’omelia l’eminente prelato ha puntualizzato, fra l’altro, la sapiente scelta della Parola di Dio, molto consolante in un Centenario: “Voglio ricordare i benefici del Signore, le glorie del Signore, quanto egli ha fatto per noi” (Is 63,7); “Rendo grazie continuamente al mio Dio per voi, a motivo della grazia di Dio che vi è stata data in Cristo Gesù, perché in lui siete stati arricchiti di tutti i doni” (1Cor 1,4-5); “Io sono la via e la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me” (Gv 14,6). Il cardinale ha accentuato poi la necessità della formazione continua e della comunione fraterna, che costituisce l’anima della comunicazione.

A chiusura della giornata ha allietato i numerosi presenti la banda della Polizia di Stato di Roma, diretta dal maestro Roberto Granata, e, dulcis in fundo, un generoso rinfresco per tutti.

Ariccia, 15 giugno 2015

Don Angelo De Simone


Scarica il pdf: Informazione n° 6.

inserito: 16 giugno 2015 alle 19:03